30 anni di immagini GIF, che oggi arrivano ufficialmente su Facebook

Una GIF animata. Credit: Wikipedia.
Il 15 giugno 1987 Steve Wilhite creò il formato grafico GIF. Gli diede questo nome usando le iniziali delle parole Graphics Interchange Format, ossia “formato per l’interscambio di grafica”. All’epoca, infatti, la trasmissione di dati era lenta e quindi inviare un’immagine richiedeva molto tempo: il formato GIF usava la compressione digitale per ridurre notevolmente la quantità di dati da trasmettere, rendendo più veloce l’interscambio di file di grafica.

Questo formato ha appena compiuto trent’anni e gode di ottima salute: cosa che non si può dire di molti altri prodotti informatici dello stesso periodo.

Anzi, oggi le GIF (che si pronunciano con la G di giraffa, secondo Wilhite) stanno vivendo una nuova popolarità e vengono usate sempre più spesso come decorazione o commento nei social network. Ora per festeggiare il loro trentennale Facebook le adotta ufficialmente, dopo averle tollerate su Messenger e nei commenti tramite Giphy o Imgur: se visitate il sito oppure usate le app ufficiali di Facebook, troverete una piccola icona GIF nei riquadro dei commenti. Da qui potete scegliere fra una vasta collezione di GIF preconfezionate.

Se vi interessa ripercorrere la storia degli alti e bassi di questo formato che ha gettato le basi del Web quando Internet era troppo lenta per ospitare video, trovate un bell’articolo su Vox.com (in inglese).



Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore: siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni su regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
Commenti
Commenti (5)
GIF era nato come formato di interscambio per CompuServe, per dilagare poi in altre BBS. Il primo formato (87a) non supportava immagini multiple (poi sarebbero diventate le animazioni), che sono state introdotte nell'89a.

Fino agli inizi di questo millennio, quando sono scaduti i brevetti, per tutti gli anni 90 c'e' stata un'annosa diatriba in merito all'utilizzo delle immagini (meglio: ai software che le elaboravano) in quanto GIF utilizza la compressione Lempel–Ziv–Welch, brevettata da Unisys.

In illo temp[ore, quando imperversava il casino del brevetto di LZW era stato creato il formato PNG proprio per mandare in soffitta GIF, ma la storia ha deciso diversamente.
GIF, il ritorno del VHS...
Mi domando perché le GIF animate non si possano vedere col Visualizzatore foto di Windows...
Dopo tanti anni di NO, la settimana scorsa, spinto anche da chi mi diceva che sarebbe stato utile anche per il mio lavoro, ho creato una "pagina Facebook". Le GIF animate mi farebbero comodo per poter mostrare il "prima e dopo", ma a quanto leggo qui funzionerebbero solo nei "profili" non nelle "pagine":
"Now, for the bad news. For right now, GIF links only work for personal profiles, not brand pages."
http://mashable.com/2015/05/29/facebook-gif-support/#uTIoxDCG18qM
E comunque anche adesso che sono state "liberalizzate" e c'è il tasto apposito, possono essere inviate direttamente solo nei commenti, non nei messaggi del titolare, a meno che non si utilizzino, come prima, servizi tipo Giphy.
E' così?
@abc

Onestamente non lo so, fino a windows XP le vedevo, ma non so se il problema sta nel sistema operativo, nella configurazione iniziale dei computer più recenti o nell'assenza di filtri (il chè rie) altrove, quindi non so dirti se sia possibile configurare windows in modo che cominci a farlo, e se fosse possibile non so dirti se è possibile farlo a gratis e senza infrangere la legge.

Ho la sensazione che questo abbia a che fare con le famose questioni "antitrust".